Sanzioni e ricorsi

In questa pagina troverai, inoltre, tutte le informazioni su importi, altre modalità di pagamento e riferimenti normativi.

Paga qui la tua sanzione

RIFERIMENTI NORMATIVI

L.R. 18/13
Art 46 - Controllo e sanzioni a carico degli utenti dei servizi di trasporto pubblico - comma 1
Gli utenti dei servizi di trasporto pubblico regionale e locale sono tenuti a munirsi di idoneo e valido titolo di viaggio, a conservarlo per la durata del percorso e sino alla fermata di discesa, nonché ad esibirlo a richiesta del personale di vigilanza.
L’inosservanza di tali obblighi comporta l’applicazione della sanzione amministrativa da un minimo di trenta ad un massimo di cento volte il costo del biglietto ordinario di corsa semplice di classe minima.
In caso di reiterazione della violazione entro tre anni, la sanzione è raddoppiata. Qualora l’utente sia sanzionato per mancato possesso di idoneo e valido titolo di viaggio, la sanzione deve essere annullata da parte dell’azienda di trasporto se l’utente dimostra, entro cinque giorni dalla data della sanzione, il possesso di un abbonamento in corso di validità al momento della sanzione.

Art 46 - Comma 1bis
 
È ammesso il pagamento di una somma in misura ridotta pari alla terza parte del massimo della sanzione prevista per la violazione commessa, oltre alle spese del procedimento, entro il termine di sessanta giorni dalla contestazione immediata o, se questa non vi è stata, dalla nortifcazione degli estremi della violazione. Tale somma è ridotta del trenta per cento se il pagamento è effettuato entro cinque giorni dalla contestazione o dalla notificazione.

Art 46 - comma 3

Salvo quanto previsto dal comma 1bis e 2, le violazioni amministrative previste a carico degli utenti dalla presente legge sono applicate secondo i criteri previsti dalla legge 24 novembre 1981, n. 689 (Modifiche al sistema penale) e accertate e contestate da personale e/o soggetti a ciò espressamente incaricati delle aziende di trasporto nel rispetto della normativa vigente.

IMPORTI SANZIONI

Dal 01/01/2015 Sanzione
Sanzione intera (dopo 60 giorni)  € 116
Sanzione ridotta (entro 60 giorni)  € 49
Sanzione scontata (entro 5 giorni)  € 39
Importo pagato a bordo  € 23
Spese amministrative nel caso di dimenticanza abbonamento o mancanza tessera (esibizione entro 5 giorni)
€ 15

La sanzione può essere pagata:
- intera (oltre al prezzo della corsa ed alle spese di procedimento) dopo 60 giorni;
- ridotta a 1/3 (oltre al prezzo della corsa ed alle spese di procedimento) entro 60 giorni;
- scontata del 30% rispetto all’importo ridotto (oltre alle spese di procedimento e al prezzo della corsa) entro 5 giorni dalla contestazione o notificazione;
- a bordo bus a mani del personale accertatore ridotta a 1/3 (oltre al prezzo della corsa).

Qualora l’utente sanzionato dimostri, entro 5 giorni dalla data della sanzione, il possesso di un abbonamento in corso di validità (fa fede la timbratura del titolo a bordo bus o la data dello scontrino di ricarica), la sanzione verrà annullata, salvo pagamento delle spese amministrative di gestione. In caso di mancanza della tessera, se si dimostra di averne fatto richiesta entro 5 giorni, la sanzione sarà annullata, salvo pagamento delle spese amministrative. In caso di richiesta on-line della tessera di riconoscimento di Autoguidovie, saranno annullate anche le spese amministrative.
La documentazione completa attestante la regolarità del viaggio va presentata presso gli Infopoint Autoguidovie, o inviata via mail all’indirizzo ricorsi@autoguidovie.it entro 5 giorni dalla data della sanzione.

La sanzione, indicando obbligatoriamente il numero e la data della sanzione, può essere pagata presso:
- Infopoint 
- on-line 
- sul C/C Postale n° 35906205 intestato ad Autoguidovie con il bollettino precompilato consegnato.

Per i soggetti cui corre l’obbligo della notifica e purché il pagamento sia eseguito entro il 60° giorno dalla stessa, la sanzione è ridotta a 1/3 come sopra, ma maggiorata delle spese di notifica.
Dopo tale termine la sanzione sara’ dovuta per l’intero ammontare.
La gestione del recupero oggetto di sanzione potrà essere affidata a impresa specializzata.
Se la sanzione è elevata tramite supporto elettronico i dati sono riportati sullo scontrino emesso e consegnato all’utente.

RICORSI

È data facoltà di presentare scritti difensivi all’autorità emittente entro 30 giorni dalla notificazione con raccomandata indirizzata a: Autoguidovie S.p.A. – Direttore di Esercizio – Via M.F. Quintiliano, 18 – 20138 Milano o tramite mail all’indirizzo ricorsi@autoguidovie.it.

Si raccomanda di allegare tutta la documentazione necessaria alla pratica di ricorso in particolare:
- motivazione del ricorso (scritto difensivo) riportando anche un indirizzo postale/mail e un recapito telefonico.
- copia del verbale (frontespizio)
- a seconda dei casi copia del: titolo di viaggio, abbonamento, tessera di riconoscimento (AGI e/o SITAM), tagliando sostitutivo (AGI e/o SITAM), scontrino di ricarica (con sopra indicato n° tessera e percorso), etc..

Ricordiamo che non verranno accettati eventuali ricorsi che non contengano tutti gli allegati necessari a chiarire lo scritto difensivo o illeggibili.
Contro l’ordinanza-ingiunzione di pagamento gli interessati possono proporre opposizione davanti al giudice del luogo in cui è stata commessa la violazione individuato a norma dell’articolo 22-bis, entro il termine di trenta giorni dalla notificazione del provvedimento (Art. 22 l 689/81).

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Per nascondere questo messaggio clicca qui